Amministrazione trasparente

albo pretorio
home
POF
organigramma
istituto e territorio
trasparenza
gare e appalti
attività dell'istituto
area docenti
area genitori
URP
privacy
Note Legali
Elenco Siti Tematici

 

 

Istituto Comprensivo V Tivoli Bagni

Via Collodi, 6 - 00011 TIVOLI TERME (RM)

tel 0774.371991; fax 0774.371305

mail:  rmic89000b@istruzione.it

PEC: rmic89000b@pec.istruzione.it

 

 

 

Scuola e Territorio

 

PRESENTAZIONE DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO

 

CENNI STORICI

Le vecchie cronache tiburtine annotano che, già nel 1872, funzionavano tre classi di scuola elementare in un locale sulla via Tiburtina, nei pressi dei Bagni delle acque sulfuree, che, già note dal tempo di Ottaviano Augusto, avevano visto rinascere l’attenzione dell’amministrazione pontificia fin dal 1840 e, per i servizi che richiedevano, avevano attirato un  crescente numero di residenti.

Nei decenni che seguono fino alla metà del 1900 la piccola scuola viene trasferita, prima in Via delle Barrozze (carri trainati da buoi che portavano il travertino dalle cave alla stazione ferroviaria), poi in Via Bacci, e si arricchisce di altre classi e di una sezione di scuola materna, mentre, in Via dei Fauni, viene aperta anche una sezione staccata della scuola media “ALBIO TIBULLO” di Tivoli.

Un vero primo nucleo di istituto scolastico nasce, però, negl’anni ’60, quando vengono costruiti gli edifici della scuola elementare “T.NERI” e della scuola media “ORAZIO”, due edifici poco attraenti e dirimpettai sulla sconnessa Via TOMMASO NERI, una traversa della Via Tiburtina, che, dopo duecento metri, al tempo si perdeva tra campi incolti e sassosi. Negl’ultimi due decenni del 1900 lo sviluppo della viabilità (strade consolari, autostrada, ferrovia e collegamenti alla metropolitana leggera) ed i grandi spazi edificabili facilitano gli insediamenti e, con l’aumento della popolazione scolastica, i plessi di Bagni diventano sei, divisi in due istituti separati il CIRCOLO DIDATTICO TIVOLI IV costituito dalle scuole elementari e materne “T. NERI”, “RODARI”, “VIA PIO IX” e “VIA LAGO DELLE COLONNELLE”, e la S.M.S “ORAZIO”  costituita da due plessi “VIA T.NERI” e “VIA DEI FAUNI”. Nel 2000 il piano di dimensionamento delle istituzioni scolastiche porta all’accorpamento di tutte le scuole del territorio in un unico istituto che dal Ministero della Pubblica Istruzione viene provvisoriamente denominato ISTITUTO COMPRENSIVO BAGNI.

Con la nascita del nuovo istituto iniziano i grandi cambiamenti: radicale è quello dell’organizzazione didattica, con l’elaborazione di un curricolo unico, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria, per un percorso unitario di 11 anni, verificato e valutato in  bienni e realizzato in attività e progetti unici per i tre ordini di scuola.

Radicali sono anche i cambiamenti apportati agli edifici: la malmessa e triste scuola “T.NERI” viene rinnovata e, per la felice ispirazione dell’architetto F. Marvardi acquista un aspetto lieto e accattivante con il suo girotondo di bimbi sullo sfondo di coloratissime immagini di cielo, di terra e di mare; l’edificio “RODARI” si rinnova con un totale rifacimento degli interni; i due plessi di BORGONUOVO sono totalmente trasformati per rispondere alle nuove esigenze scolastiche; la palazzina della Direzione viene restaurata negli interni e all’esterno; la scuola media “ORAZIO”, in via di completo restauro, si arricchisce di nuovo monumentale corpo e la scuola dell’infanzia apre tre nuove sezioni.

In conclusione negl’ultimi cinque anni l’Istituto si trasforma completamente e nell’anno in corso raggiunge il numero di 1324 iscritti nei tre ordini di scuola, per un totale di 58 classi distribuite in sette plessi ed è appunto in questi anni, quando ormai Bagni di Tivoli ha acquistato il nuovo nome di TIVOLI TERME: ai tre ordini che lo compongono vengono attribuiti i nomi di “COLLODI” alla scuola dell’Infanzia, “RODARI” alla scuola Primaria e “ORAZIO” alla scuola secondaria di 1° grado.

Chi sia stato il personaggio TOMMASO NERI, che titola l’Istituto, lo illustra una recente pubblicazione degli “Annali del Liceo Classico A. DI SAVOIA”, che, nel supplemento del XX volume, riproduce l’opera del dotto medico tiburtino vissuto tra la fine del 1500 e la prima metà del 1600 ed autore del trattato “DE TIBURTINI AERIS SALUBRITATE COMMENTARIUS”.

A leggere alcune stravaganti teorie pseudoscientifiche, in un latino seicentesco non proprio classico, si può sorridere, ma i meriti del dotto T. Neri agl’occhi dei suoi concittadini contemporanei è da ricercare sicuramente nelle lodi profuse all’acqua, al vino, e all’aria di Tivoli ed in particolare all’acqua sulfurea di Bagni di Tivoli, alla quale dedica il XII capitolo del Commentario “DE AQUA SULPHUREA SEU ALBULA”.

In conclusione proprio le lodi al clima e all’ambiente della sua terra hanno meritato al dotto medico TOMMASO NERI, la titolazione di una strada della vecchia Bagni di Tivoli.

 

TERRITORIO

  • Densi agglomerati di abitazioni di edilizia popolare e di lusso dispersi in un territorio vasto delimitato dalla via Tiburtina Valeria, dalle cave di travertino, dai laghi di acque solfuree;
  • ubicazione nel territorio solo della scuola statale e di una delegazione anagrafica del Comune, tutte le altre strutture amministrative, sanitarie, sportive, culturali e di servizio sono ubicate nel territorio del centro urbano, distante 15 Km da questa frazione;
  • attività produttive: industria del travertino ,il vicino aeroporto militare ,il centro termale “Acque Albule” e le connesse attività alberghiere e commerciale.

 

POPOLAZIONE

  • Popolazione attiva: imprenditori, professionisti, impiegati  e operai occupati nella quasi totalità a Roma, quindi pendolari; ricorrenti fenomeni di immigrazione di fasce di popolazione delle più svariate provenienze e di estrazione socio-economica diversificata;